Blog sponsorizzato da Centrogrossisti.it

vai al sito di Centro Grossisti

Srls: funziona? Pare di Sì.

| 0 comments

Fonte: www.corriereinformazione.it

Il modello della Srl semplificata (Srls) e quello della Srl a capitale ridotto (Srl a c.r.),  introdotti dal governo alla fine di agosto, sembrano aver prodotto già i primi risultati in termini di rilancio delle giovani imprese. Ad oggi, infatti, sono oltre 1.500 le Srl costituite secondo questi modelli “smart”, soprattutto le Srl Semplificate, che possono essere costituite da giovani fino a 35 anni non compiuti.

Operativa, dal 29 agosto 2012, la normativa riguardante prevede la possibilità di costituire una società a responsabilità limitata semplificata, che potrà godere di un regime agevolato, almeno in fase di apertura. Si riducono, infatti, notevolmente, i costi da sostenere per la sua costituzione e il capitale sociale necessario, tradizionalmente non inferiore ai 10.000 euro per le SRL.

Di seguito riportiamo brevemente le caratteristiche e i requisiti richiesti, come disciplinato dall’art. 2463bis del Codice civile,  introdotto dall’art.3 del D.L. 24 gennaio 2012 n.1, convertito con la Legge n.27/2012:

  • la SRLS può essere costituita con contratto o atto unilaterale soltanto da persone fisiche che non abbiano compiuto i trentacinque anni di età alla data della costituzione;
  • l’atto costitutivo deve essere redatto per atto pubblico in conformità al modello standard tipizzato, adottato con il decreto n.138/2012 (G.U. n. 189 del 14/08/2012) in vigore dal 29 agosto;
  • l’ammontare del capitale sociale deve essere pari all’importo di almeno 1 euro e inferiore a 10.000 euro, sottoscritto e interamente versato alla data della costituzione;
  • il conferimento delle quote avvenire esclusivamente in denaro ed essere versato all’organo amministrativo, inoltre è fatto divieto di cessione delle quote a soci non aventi il requisito di età espresso dalla normativa, pensa la nullità;
  • gli amministratori devono essere scelti tra i soci;
  • l’atto costitutivo e l’iscrizione nel registro delle imprese sono esenti da diritto di bollo e di segreteria e non sono dovuti onorari notarili.

Notevoli, quindi, le novità e le agevolazioni introdotte, ma noi dello Staff di Commercio XL non possiamo fare a meno di domandarci una cosa. Sebbene sia un aiuto importante in fase di start-up, non mancano forse dei provvedimenti che regolino e agevolino il regime di queste neonate società? Al momento, infatti, la legge non prevede alcuna agevolazione per la tassazione, la contabilità e il bilancio delle neonate SRLS, che restano, quindi, inquadrate da questo punto di vista a tutti gli effetti come delle normali SRL.

Vediamo insieme cosa ne pensa uno fra i primi sperimentatori del modello nella provincia di Varese, in Lombardia.

Nei prossimi giorni pubblicheremo il post di approfondimento: “Da Varese la giovane SRLS del caffè”.

 

Fonti: www.fiscoetasse.com e www.governo.it

Comments

comments

Condividi!
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Email

Author: Marco Baruffato

Content & Editor Manager

Lascia un Commento

Required fields are marked *.

*


Social links powered by Ecreative Internet Marketing