Blog sponsorizzato da Centrogrossisti.it

vai al sito di Centro Grossisti

Il Caffè Secondo Manuel Terzi

| 0 comments

Vista la collaborazione con CommercioXL, in occasione della mia recensione del libro “Dalla Parte del Caffè”, non poteva mancare un’intervista ad un uomo eclettico e imprenditorialmente così pieno di passione e professionalità come Manuel Terzi, il suo autore.

Un uomo che si è fatto da sé, che ha costruito il suo successo nel tempo, attorno al business e all’amore per la diffusa bevanda nera che tutti gli italiani adorano. Nonostante la sua carriera sia iniziata quando forse correvano tempi migliori, noi di CommercioXL la riteniamo di esempio per molti giovani e non più giovani imprenditori. Perché la passione, la grinta e l’umiltà che possiede Manuel e che ogni giorno mette nel suo lavoro, possono rappresentare per noi un modello a cui tendere, per rilanciare l’Italia e costruire un futuro migliore.

1) Qual è la sua storia professionale, e quale il percorso che l’ha portata al caffè, ben oltre la vendita diretta?

Ho iniziato a lavorare piuttosto giovane, a 12 anni il sabato sera e la domenica pomeriggio d’inverno e tutta l’estate: quando la scuola lo permetteva. Lavoravo come “cinno (ragazzo, garzone) di bottega” dietro un banco bar in “sale da ballo”. Ho sempre continuato a lavorare mentre proseguivo gli studi, capendo che più che l’elettronica il mio settore era il settore horeca. Così terminata la scuola ho iniziato a lavorare a tempo pieno nei pubblici esercizi. Dapprima alle dipendenze, poi con locali di proprietà (ne ho avuti diversi: compravo locali con poco avviamento, li “tiravo su” e li rivendevo).

Tra un locale ed un altro una importante torrefazione regionale mi chiese di collaborare con loro da consulente esterno per i loro clienti importanti in Italia ed all’estero, e così, con la volontà di “vendere sempre il miglior prodotto” ho iniziato a approfondire gli studi sul Caffè per essere ben all’altezza del mio nuovo incarico, ed è scattato l’innamoramento! Poi conclamato studiando con Ernesto Illy e conoscendolo di persona. Quanta conoscenza e passione!!!

2) Una volta capito che il suo settore era quello della lavorazione del caffè, come si è inserito nel panorama imprenditoriale? Che cosa voleva offrire “di più”?

Durante la parentesi da consulente mi sono reso conto che il settore della Caffetteria in Italia era piuttosto lacunoso ed immobile agli anni ’50 del secolo scorso, data della nascita della macchina per Caffè Espresso come la conosciamo oggi. Così, mia moglie ed io abbiamo deciso di provare a proporre al pubblico un locale specializzato (ma specializzato davvero!) in Caffetteria. Trovata la bottega di via Oberdan 10 a Bologna, mi sono presto reso conto che il mercato non offriva (o io non riuscivo a trovare) nessun prodotto allo Stato dell’Arte, così abbiamo capito che l’unica strada era organizzarsi per produrlo in proprio. Ho perciò applicato tutti i miei studi compiuti nel Vino, nel Whisky, nell’Acqua Minerale, nel Tè anche con maestri cinesi, nello stesso Caffè Espresso, e nell’Analisi Sensoriale per cercare di creare un prodotto che, pur diverso da quello che il mercato solitamente proponeva; un prodotto che potesse avere grande personalità, grande aromaticità, e profilo sensoriale in grado di soddisfare o quanto meno interessare un bacino di utenza il più possibile ampio. Abbiamo così inaugurato Caffè Terzi (via Oberdan, Bologna), in cui proponemmo solo Caffè e Tè (nonostante amici, conoscenti e colleghi ci dessero dei pazzi) e ben presto il binomio concept/prodotto ha creato soddisfazione e fidelizzazione, facendosi notare non solo dai consumatori ma anche dagli addetti ai lavori; così sono iniziate le richieste.

3) Qual è quindi la formula del successo del Caffè Terzi?

Senz’altro ha contribuito l’ottimo risultato conseguito da Caffè Terzi durante i 2 anni che io ho partecipato al Campionato Italiano Baristi, nei quali Caffè Terzi è stato considerato il migliore Espresso ed il migliore Cappuccino (ma io ahimè sono arrivato solo secondo per penalità per overtime…. ); ed anche, in tempi più recenti il riconoscimento della medaglia d’oro che la Miscela Terzi n.1 ha vinto partecipando all’International Coffee Tasting nel 2008, ma primariamente il merito è di un prodotto fresco, ricco ampio e aromatico: per la prima volta il Caffè veniva trattato da prodotto agricolo delicato, fresco e pregiato quale è!

4) Molto studio e molte attività quindi, ma qual è il suo lavoro principale?

Il mio lavoro principale oggi, come sempre è essere servitore del Cliente. Lo faccio in veste di produttore di Caffè torrefatto, che produciamo da un’attenta e scrupolosa selezione dei crudi, e da un nostro riservato e segreto criterio di assemblaggio delle nostre miscele secondo una nostra personale tecnica; lavorando solo con Caffè freschi di raccolto corrente e privi di difetti; ma lo faccio anche tuttora in qualità di “barista di Caffetteria”, quando organizzo eventi per/con clienti, ma soprattutto da poche settimane nel nuovo ManuelTerziCoffeeLab (via Selmi 1, Vignola), che è un nuovo concetto di Coffee Shop, nel quale si uniscono il servizio al cliente per le colazioni o anche per il Caffè da Meditazione agli aspetti più tecnici di ricerca, consulenze, corsi e formativi che contraddistinguono un vero e proprio laboratorio con tanti diversi metodi di preparazione della bevanda Caffè, diverse tipologie di Macchine per Espresso, e diversi tipi di tostini per Caffè verde.

5) Quali sviluppi prevede per la sua impresa?

Abbiamo tante cose in ballo, anche se nessuna certa. Abbiamo tanti clienti che ci chiedono il prodotto o consulenze in Italia, ma anche richieste per collaborare ad un progetto in Spagna, o ancora una collaborazione con locali in USA (stiamo già rifornendo un locale a Manhattan, in attesa di definire la concessione della licenza di marchio), ma anche in Giappone, per il quale già in questi giorni Taisei giovane laureato di Tokyo appassionato di Caffè Espresso, ci sta seguendo per imparare i segreti della nera bevanda con un progetto in fase di creazione con Caffè Terzi per sbarcare nel Paese del Sol Levante
Comunque, il mio intento è essere e restare  buon servitore del Cliente, servendo buone consulenze e prodotti di qualità con un imbattibile rapporto qualità/prezzo; e la mia sola speranza (giacché – Monti docet – arricchirsi lavorando seriamente ed onestamente oggi non è certo possibile) è riuscire a continuare a farlo divertendomi come sto facendo ora!

6) Lei è anche autore di un libro, che tratta di caffè in modo estremamente didattico ed approfondito, dal titolo ‘Dalla parte del caffè’, edito da Pendragon. Ce ne parli.

Le garantisco che è stato un lavoro piuttosto intenso, lungo e complesso… Studiando testi nuovi ed antichi, italiani e stranieri; unendo tutti gli anni di studio, lavoro e sperimentazioni che ho condotto nei miei negozi, ed unendo tutti gli insegnamenti che ho avuto da tanti professionisti i quali, grazie a Dio, ma anche alla loro generosità mi hanno aiutato a crescere e formarmi (diversi dei quali oggi sono miei clienti, e questo mi onora molto!).
In questo settore purtroppo non tutti sono generosi e pronti a condividere la loro conoscenza, non considerando che aumentare la conoscenza degli addetti porta a crescita del settore e quindi ulteriore possibilità di crescita ed aumenti dei volumi, degli stessi addetti. Anche in questo sono stato fortunato incontrando personaggi esperti, seri e generosi: grandi professionisti che mi hanno permesso di crescere quando del Caffè ancora capivo poco o nulla, permettendomi ora di camminare con le mie gambe…

Comments

comments

Condividi!
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Email

Lascia un Commento

Required fields are marked *.

*


Social links powered by Ecreative Internet Marketing