Blog sponsorizzato da Centrogrossisti.it

vai al sito di Centro Grossisti

A Padova “Diavoli e Diavolerie nell’arte”

| 0 comments

Si è tenuta ieri, 15 gennaio, la conferenza che Diavoli e diavolerie nell’arte, organizzata dall’associazione UAAR  - circolo di Padova, ed ha visto come relatore il critico d’arte Claudio A. Barzaghi. Il tema è avvolto dal fascino del contrasto tra luce ed oscurità e l’arte si fa voce e manifesto dei sentimenti popolari che hanno animato i popoli della storia. Se la religione ha giocato per secoli un ruolo pressoché incontrastato nella vita associata, il tema scelto da Claudio Barzaghi si fa indispensabile per comprenderne i sentimenti popolari.

Nella Bibbia Lucifero è l’arcangelo più bello, più splendente e più vicino a Dio, per questo prende il nome di Lucifero, ovvero “portatore di luce”. Per superbia si ribella a Dio attaccandolo ma viene precipitato dal Cielo insieme ai suoi devoti. La sua caduta dura 9 giorni e provocherà il ritrarsi inorridito della terra dal contatto con l’angelo, e così la creazione dell’inferno. Da angelo bellissimo si trasforma in orribile demone, il suo nome viene cancellato e per riferirsi a lui si userà il nome di Satàn, ovvero “l’Avversario”.

In linea con l’interpretazione medievale delle scene bibliche, il Lucifero di Dante è una creatura a tre facce su una sola testa (un immagine distorta della trinità divina): una faccia nera, il simbolo dell’ignoranza; una gialla, simbolo di collera; una rossa, simbolo dell’impotenza. Le sue tre paia di ali da pipistrello si agitano provocando un vento gelido nelle profondità dell’Inferno.

Info conferenza:

Padova, mercoledì 15 gennaio 2014 ore 18 Sala dei Caduti di Nassiriya, Piazza Capitaniato (sotto il volto dell’orologio).

www.uaar.it/padova padova@uaar.it
cel 349 3911201

Comments

comments

Condividi!
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Email

Lascia un Commento

Required fields are marked *.

*


Social links powered by Ecreative Internet Marketing