Blog sponsorizzato da Centrogrossisti.it

vai al sito di Centro Grossisti

Campagna #coglioneno. Visibilità a Zero Budget

| 0 comments

Successo per la campagna #coglioneno….

Da qualche giorno a questa parte sta rimbalzando sui maggiori blog della rete , il lancio di una campagna di sensibilizzazione creata dall’Agenzia di Videocomunicazione Zero  dal titolo #coglioneno che ha come focus quello di portare alla luce la poca considerazione che le aziende hanno verso i creativi del web dal punto di vista remunerativo declassando la competenza e professionalità che questi professionisti mettono nel loro lavoro.

La campagna  incentrata su tre cortometraggi che hanno come protagonisti  - un giardiniere un idraulico ed un antennista, – sono stati trattati argomenti strettamente appartenenti a tutt’altro settore ovvero il mondo della creatività proprio per far capire meglio l’obiettivo di questa campagna di sensibilizzazione.

Qualche numero della campagna #coglioneno…

I video hanno avuto un impatto cosi forte nel web che in poco tempo le pagine Facebook di Zero e Coglioneno hanno ricevuto circa 5000 like ed i video hanno superato le 170.000 visualizzazioni su Youtube.

Le frasi a cui si è voluto dare maggior risalto e che i professionisti del web si sentono dire maggiormente dai loro clienti

vanno da:

Per questo progetto non c’è budget ma ti posso dare molta visibilità

“Per realizzare un sogno ci vuole sacrificio”

“E poi questo lavoro te lo puoi mettere nel tuo portfolio”

Tra le possibili cause di questa situazione c’è sicuramente quel web designer, quel programmatore che si trova all’inizio della propria carriera professionale e che pur di lavorare accetta anche di lavorare gratis a discapito dei professionisti con maggior esperienza che ovviamente non accetterebbero queste condizioni.

Quindi vista anche la mancanza di una linea giuridica specifica per questo settore credo sia arrivata l’ora da parte delle istituzioni di intervenire concretamente legiferando l’aspetto remunerativo, previdenziale e stabilire delle sanzioni per chi non rispetta le regole che verranno stabilite danneggiando il freelance o la web agency in questione.

Secondo voi quindi quest’iniziativa potrebbe fare da volano per altri settori professionali dove si verificano le stesse situazioni?

A voi la parola….

Comments

comments

Condividi!
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Email

Lascia un Commento

Required fields are marked *.

*


Social links powered by Ecreative Internet Marketing