Blog sponsorizzato da Centrogrossisti.it

vai al sito di Centro Grossisti

Mostra d’Arte “Verso Monet” Vicenza

| 0 comments

Si è appena conclusa al Palazzo della Gran Guardia a Verona, con 211.315 visitatori finali, la mostra Verso Monet. Storia del paesaggio dal Seicento al Novecento e viene nuovamente allestita a Vicenza, nella magnifica sede della Basilica Palladiana, dal 22 febbraio al 4 maggio 2014.

Il secondo capitolo delle esposizioni a Verona e a Vicenza, dopo il grande successo recente della storia del ritratto, è dedicato alla storia del paesaggio in Europa e in America dal Seicento al Novecento, e intende raccontare lo studio della natura a partire dal XVII secolo, per giungere alle ninfee dipinte da Claude Monet nella prima parte del Novecento.

Le opere sono 105, provenienti da alcuni tra i maggiori musei del mondo, e da alcune collezioni private, e la mostra sarà divisa in 5 sezioni (Il seicento. il vero e il falso della natura; il settecento. L’età della veduta; Romanticismi e realismi; l’impressionismo e il paesaggio; Monet e la natura nuova) che descriveranno i momenti fondamentali legati alla narrazione della natura.

Le prenotazioni per la mostra Verso Monet Vicenza, sono già più di 70mila e il capoluogo berico si sta preparando al meglio per accogliere tutti i visitatori. Per esempio ci sarà la possibilità di avere il biglietto unico ridotto, per la visita degli altri musei e opere storiche di Vicenza. Anche hotel e ristoranti della zona si stanno organizzando per offrire a turisti e visitatori le migliori soluzioni.

Per esempio, arte, ricette regionali, materia prima e ispirazione sono gli ingredienti della proposta culinaria de “La Loggia”, che, in occasione della mostra, propone un menu degustazione anche per chi, già in città, si concederà solo un’esperienza di gusto, che unisce la buona cucina con il fervore culturale del Veneto. Il menu, nelle due varianti di terra ed acqua, include piatti  ispirati alla mostra o collegati direttamente a singole opere d’arte che, sotto le sapienti mani dello chef divengono inusuali e affascinanti quadri da “mangiare con gli occhi“: lo chef, disponendo “ad arte” ingredienti, colori e sapori dà vita ad una proposta culinaria che richiama le tele più celebri di Claude Monet.

La mostra è promossa dal Comune, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona e da Linea d’ombra. Main sponsor è UniCredit, mentre Segafredo Zanetti è special sponsor. Per cominciare nel segno della gioia questo secondo appuntamento in Basilica Palladiana, dopo il grande riscontro dell’esposizione del 2012 ‘Raffaello verso Picasso’, gli organizzatori hanno pensato, per sabato 22 febbraio, a un’apertura prolungata fino all’una della notte, con chiusura della biglietteria a mezzanotte.

Molti sono i segni che Linea d’ombra e il Comune di Vicenza vogliono riservare ai visitatori in quella giornata: a partire dalle ore 19, e fino alle 24, il biglietto sarà ridotto per tutti a 10 euro, mentre verranno ovviamente mantenute le riduzioni per chi ne avesse diritto. Dalle 19.30 a mezzanotte, verranno offerti piatti caldi e bevande a tutte le persone in attesa di entrare in mostra, grazie alla collaborazione del Consorzio ‘Vicenza è’.

La mostra è organizzata da Marco Goldin e la sua “Linea d’ombra” di Treviso, che intervistato negli ultimi giorni prima della chiusura a Verona, risponde così in merito ai risultati ottenuti: «È con orgoglio e soddisfazione che registriamo questo clamoroso successo. Per questo abbiamo deciso, per dare a quante più persone possibile la possibilità di ammirare i 105 capolavori esposti in Gran Guardia, prolungamenti di orario e riduzioni del prezzo del biglietto».

Sabato 22 febbraio, Marco Goldin racconterà temi e motivi della mostra con la partecipazione anche dell’attore Gilberto Colla, che leggerà alcune lettere di Vincent Van Gogh dedicate al paesaggio.Vi saranno due incontri il primo alle ore 20.30, il secondo alle ore 22. Potranno partecipare tutti coloro che si troveranno all’interno della Basilica (ingresso libero fino a esaurimento dei posti in sala).

 Io andrò, e voi?

Comments

comments

Condividi!
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Email

Lascia un Commento

Required fields are marked *.

*


Social links powered by Ecreative Internet Marketing