Blog sponsorizzato da Centrogrossisti.it

vai al sito di Centro Grossisti

Vademecum per i Social: la Social Privacy

| 0 comments

Social Privacy: la Nuova Guida per Difendersi nei Social Network

Da quando i social network sono entrati in pianta stabile nelle nostre case hanno sempre fatto coppia con la privacy, ovvero la tutela dei dati di ogni singolo utente che, come tutti saprete, è un tema molto discusso nel web e porta certi utenti ad eliminarsi dai social perchè si sentono “spiati”.

Col propagarsi di queste piattaforme su scala mondiale, l’attuale Garante della privacy -Antonello Soro-in occassione del Forum PA svoltosi a Roma dal 27 al 29 maggio scorso  ha presentato un vademecum  ”Social PrivacyCome tutelarsi nell’era dei social network” dove sono presenti dei consigli per difendere i propri dati sensibili come foto e video personali ma anche come difendersi da applicazioni per smartphone che carpiscono dati come il proprio numero di cellulare per l’invio di pubblicità o virus indesiderati.

Il testo è suddiviso in quattro capitoli: «Facebook & co», «Avvisi ai naviganti», «Ti sei mai chiesto?», «10 consigli per non rimanere intrappolati». Chiude il vademecum un agile glossario («Il gergo della rete») che introduce alcuni termini ed espressioni gergali che si incontrano con maggiore frequenza nelle cosiddette reti sociali.

Tale guida è stata realizzata anche alla luce dei nuovi fenomeni sociali-come il cyberbullismo (tema già affrontato dalla nostra Alessandra Mignone mesi fa) o la creazione di profili fake –  che da qualche anno stanno colpendo i social network e le piattaforme di messaggistica sociale istantanea che ingannano la gente.

Leggendo tra le pagine di questo importante vademecum ci sono dei consigli davvero preziosi: utilizzare password e nickname diversi per i vari usi che fai di internet e quindi oltre ai social network anche mail o servizi di home banking per il conto corrente. Attenzione all’identità: se chattiamo o scambiamo messaggi con qualcuno teniamo sempre a mente che può esserci una falsa identità. Usa l’anonimato o uno pseudonimo se lo ritieni necessario, ma non abusarne anche perché risalire all’identità dell’autore di un post su internet non è così difficile per le autorità.

Per richiedere la guida realizzata dal Garante della privacy si può inviare una mail a ufficiostampa@garanteprivacy.it o rivolgersi al Garante per la protezione dei dati personali presso Montecitorio 123 a Roma; maggiori informazioni sono disponibili sul sito istituzionale.

Insomma Social Privacy…. prevenire meglio che curare no?

 

 

Comments

comments

Condividi!
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Email

Lascia un Commento

Required fields are marked *.

*


Social links powered by Ecreative Internet Marketing